no tonz panoramaPer la prima volta nell’ambito del Mediterraneo Video Festival di Agropoli (SA) sarà assegnato il Premio Legambiente Campania DOC, al miglior racconto del paesaggio. Una giuria di rappresentanti dei circoli Legambiente della provincia di Salerno, impegnati in importanti battaglie come la #notonz, contro il Grande Progetto della Regione Campania, beneficiaria la provincia di Salerno, che prevede l’artificializzazione di tutto il litorale del nostro Golfo tra Pontecagnano e Capaccio, seguirà i lavori del festival da domani 19 settembre a domenica 21 settembre 2014 per poter quindi assegnare il premio al documentario che meglio interpreta la percezione del paesaggio dal parte della comunità che lo vive e lo anima … nel bene e nel male.

Organizzato dall’Associazione Medfest Onlus, con il sostegno del Comune di Agropoli e del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, il tema è la metamorfosi, il paesaggio mutante, visto attraverso le tante storie dei film-documentari in concorso, che per la prima giornata del Mediterraneo Video Festival, venerdì 19 settembre, saranno: L’uomo sulla luna di Giuliano Ricci (Italia), ambientato in Sardegna tra le montagne della Barbagia, un mondo perduto in cui morte e violenza sono elementi ricorrenti e quotidiani, un immaginario disperso dall’arrivo della modernità, dal momento in cui l’uomo ha messo piede sulla luna; The Golden Temple diEnrico Masi, una coproduzione Italia/Francia/Gran Bretagna, per fotografare il sistema che sottende ai Giochi Olimpici, considerati come un evento organico di massa dal punto di vista di un’odissea umana, iniziata con gli effetti ereditati dal colonialismo, per finire nell’era dei primitivi digitali; Farid ManifestoFarid, di Pino Esposito (Svizzera), protagonista è lo scrittore palestinese Dhamra Farid e la storia della sua imminente deportazione in Israele. Farid annota su un diario appunti sui sogni infranti di migranti che vivono in isolamento più o meno illegalmente a Zurigo. Questi i film della prima giornata in lizza per il premio della giuria composta del Mediterraeno Video Festival, composta da Ludovica Tortora De Falco, Giovanni Princigalli, Daniele De Sanctis, alla migliore opera in concorso. Al premio della giuria si aggiungono: il premio Medwebdoc, assegnato dal pubblico dei film sul web; il premio dell’Ordine Giornalisti della Campania,dedicato a Simone Camilli, giornalista ucciso lo scorso agosto nel nord della Striscia di Gaza. Infine il nostro il premio Legambiente Campania Doc al miglior racconto del Paesaggio. La nostra giuria sarà composta da rappresentanti dei circoli di Legambiente della provincia di Salerno.

locandina l'uomo sulla luna

Per segnalare la vostra disponibilità a farne parte, basta inviare uno sms al 320 7531220/info@paestumanita.it (Valentina Del Pizzo).

Il festival si terrà nella Sala Polifunzionale Giovanni Paolo II – via Pio X – Agropoli (SA). L’ingresso è libero. Per info: www.medvideofestival.net

 

 

 

Share →